Archive | aprile, 2014

Visita del ministro Poletti nel Mantovano

27 apr

Nel Mantovano per parlare di lavoro e posare la prima pietra di un nuovo stabilimento. Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti sarà a Pegognaga e Suzzara lunedì 5 maggio, invitato dalla deputata del Partito Democratico Giovanna Martelli e dal sindaco di Pegognaga Dimitri Melli.

Sarà il ministro a dare, virtualmente, il via ai lavori (alle 15) del nuovo polo di stoccaggio e di lavorazione della Trentin Spa, azienda casearia di Cerea che investirà 10 milioni di euro e assumerà 35 persone. “Uno sforzo importante – commenta Dimitri Melli – soprattutto in un periodo funestato da continue chiusure di aziende”. E, a proposito di crisi aziendali e licenziamenti, il ministro Poletti non si sottrarrà al confronto: alle 13.30 pranzerà con un gruppo di lavoratori delle rsu di Burgo e Ies. 

Nel pomeriggio, attorno alle 16, dopo la tappa al nascente polo Trentin, la delegazione, si sposterà alla Bondioli e Pavesi di Suzzara, azienda fondata a Suzzara nel 1950, presente in tutto il mondo ma saldamente legata alle proprie radici mantovane.

Emergenza profughi: “Grazie a tutti i volontari”

13 apr

Una macchina organizzativa che sta in piedi grazie al lavoro incessante dei volontari e alle (fortunatamente tante) donazioni.  E’ il campo per i profughi allestito dalla Croce Rossa Italiana in località Ghisiola, a Castiglione delle Stiviere.

gio_ok

Ancora una volta bisogna ringraziare, oltre alle comunità mantovana e castiglionese, i volontari che si alternano giorno e notte, senza mai risparmiarsi, per soccorrere e dare assistenza quotidiana ad altri essere umani, nel rispetto dello spirito fondante della Croce Rossa.

Sono una cinquantina i profughi ospitati nel campo tendato allestito dalla Croce Rossa in collaborazione con altri associazioni di Castiglione delle Stiviere come Caritas e Arci. Sono in gran parte pachistani e ghanesi. Hanno vissuto ore, giorni di pericolo e adesso si trovano in un luogo a loro sconosciuto. Sono quasi tutti giovani, eppure deboli e spaesati. Il loro dramma deve farci superare ogni pregiudizio.

Ma cosa fare? Il Governo dovrebbe creare un gruppo ministeriale in grado di gestire la fase dell’emergenza e poi, per prevenire nuovi flussi, potenziare le relazioni internazionali sulla strada della cooperazione.

 On. Giovanna Martelli