Archive | maggio, 2014

Il 25 Maggio: un derby tra chi insulta e chi spera!!

23 mag

Scegliamo la speranza!

Cari amici,
Matteo Renzi ce l’ha detto forte e chiaro: il 25 maggio siamo chiamati a scegliere tra la rabbia e la speranza. Abbiamo bisogno di un’Europa forte  e di un’Italia che possa stare nella comunità europea a testa alta facendo sentire la propria voce con dignità e competenza. Il vento di cambiamento che sta attraversando l’Italia deve giungere anche nella Comunità Europea, dove non possiamo permetterci di essere semplici spettatori. Matteo Renzi in questi mesi alla guida del governo ha iniziato a riformare il Paese: dagli 80€ in più in busta paga alla legge contro il voto di scambio, dal decreto casa agli eco-bonus.

Abbiamo lavorato su molti fronti diversi: dal terzo settore (per far decollare l’impresa sociale e lanciare il servizio civile universale per 100mila giovani) alla scuola (10mila nuovi cantieri e lo sblocco del patto di stabilità). Dal taglio ai costi della politica (auto blu all’asta, riduzione dei numeri dei parlamentari, abolizione di 3000 poltrone nelle Province), alle iniziative per il lavoro (Electrolux, Garanzia Giovani, decreto Irpef, finanziamenti a piccole e medie imprese con la Legge Sabatini).

L’epoca delle parole è finita: si è passato ai fatti. Per continuare a cambiare l’Italia e avere l’occasione di cambiare l’Europa, abbiamo bisogno che ognuno di voi vada a votare il Partito Democratico e convinca a votarlo. Il 25 maggio alle europee o vince il PD o a perdere sarà l’Italia.

Qui trovi tutte le informazioni che ti possono essere utili su come votare. Grazie per quello che farai per il nostro Paese.

http://www.partitodemocratico.it/doc/268265/come-si-vota.htm

foto
Un abbraccio,

Giovanna

 

Guerini a Mantova: “Voi candidati testimoni della buona politica”

20 mag

 

20140519_130431

 

A Porto Mantovano il vicesegretario nazionale del Partito Democratico Lorenzo Guerini. Ha incontrato i candidati sindaco della Grande Mantova e la candidata alle Europee Francesca Zaltieri

“La politica non è tutta uguale e voi, con il vostro impegno, potete scrivere una pagina di bella politica. Avanti tutta, a testa alta!”. L’incoraggiamento, ai candidati sindaci del Partito democratico della Grande Mantova e alla candidata alle elezioni europee Francesca Zaltieri, arriva da Lorenzo Guerini, vice segretario nazionale del PD. Guerini li ha incontrati ieri mattina nella sede del comitato elettorale di Massimo Salvarani, in corsa per la carica di primo cittadino a Porto Mantovano.  Con lui Benedetta Lorenzi, Beniamino Morselli e Barbara Chilesi, candidati per Roverbella, San Giorgio e Bigarello. Assenti giustificati, per impegni parlamentari, i deputati Giovanna Martelli e Marco Carra.  “Da questa campagna elettorale mi stanno arrivando tanti stimoli positivi – ha detto Guerini salutando i candidati riuniti in via Manzoni -. Ho incontrato militanti impegnati per la loro comunità con spirito di servizio, che cercano di portare avanti programmi, anche innovativi, facendo i conti con i problemi delle singole realtà. Persone che con il loro impegno quotidiano testimoniano i valori della buona politica”. Sfidando gli attacchi quotidiani di chi punta invece sull’antipolitica: “Siamo attaccati a 360° – ha spiegato Antonella Forattini, segretario provinciale del partito -, ma alle amministrative ci presentiamo in 39 comuni, mettendoci in gioco con il nostro simbolo o entrando in liste civiche”.

Guerini ha accennato ad alcune delle “scelte coraggiose” adottate dal Governo Renzi, tra cui gli 80 euro in busta paga, la “più grande opera di redistribuzione fiscale degli ultimi anni”, gli interventi sul costo dell’energia e sull’edilizia scolastica.  “Andiamo e raccontiamo cosa stiamo facendo. Il PD è una forza innovatrice e, al tempo stesso, è il garante della tenuta della democrazia nel nostro Paese”, ha aggiunto prima di cominciare a parlare di Europa, per la quale “i democratici vogliono un new deal, mettendo al centro il lavoro e la crescita, i giovani e l’investimento in innovazione, la formazione e l’agenda digitale”.

Lavoro, quindi, al centro del programma per le europee: “Qui nel Mantovano, colpito da tante crisi aziendali, stiamo toccando con mano – ha detto Francesca Zaltieri – che le soluzioni per la competitività spesso faticano persino ad essere nazionali. La vera partita va giocata a livello continentale, per un Rinascimento europeo”.  Ma l’economia è  il perno delle proposte anche per le amministrative: “Sono consapevole – ha spiegato Massimo Salvarani – che un Comune non possa avere tanti strumenti a disposizione, ma credo che con le idee mie e della mia squadra si possa intervenire in modo incisivo. I cittadini che incontro, del resto, non pretendono l’impossibile, vogliono impegno e vicinanza”. “Lascio agli altri il libro dei sogni – gli ha fatto eco Benedetta Lorenzi – il nostro programma è breve e ha il lavoro al primo punto. Dobbiamo fare in modo che le aziende rimangano sul territorio”. Ha accennato alla necessità di fare rete Barbara Chillesi, “per reperire fondi, soprattutto in Europa”, mentre Beniamino Morselli ha espresso l’augurio che vengano liberate risorse attraverso un allentamento del patto di stabilità: “Potremmo usarle per le manutenzioni, contribuendo a muovere l’economia del territorio”.

Riforma Poletti: Martelli relatrice alla Sapienza

12 mag

Sarà la parlamentare del Partito Democratico Giovanna Martelli a parlare della riforma Poletti durante il seminario “Visioni del lavoro nella Repubblica fondata sul lavoro” in programma per martedì 13 maggio alla Sapienza di Roma. L’incontro interdisciplinare, organizzato dalla Facoltà di farmacia e medicina dell’ateneo romano si terrà a partire dalle 15 alla Città Universitaria.

Con la deputata mantovana, componente della Commissione lavoro della Camera, interverranno Maurizio Landini, segretario generale Fiom-Cgil; Alfonso Gambacurta, docente di Sociologia dei processi; Piera Rella, docente di Sistemi organizzativi complessi; Lavinia Mari, titolare di una cattedra di Sociologia industriale e Rosanna Montebello, docente di Psicologia sociale.

Nel corso dei lavori si parlerà di politiche del lavoro, precariato e questione di genere, mobilità sociale e intergenerazionale, flessibilità e sicurezza.

Riconversione polo chimico, Poletti: attendo una proposta unitaria da Mantova

6 mag

“Se arriverà una proposta coordinata a livello locale, il ministero la sosterrà”. Il ministro del lavoro Giuliano Poletti, invitato a Pegognaga dalla parlamentare Pd Giovanna Martelli e dal sindaco di Pegognaga Dimitri Melli, ha risposto così ai giornalisti, e alle rsu di Ies e Burgo, che gli chiedevano un commento sul tema della riconversione del polo chimico di Mantova.

10273335_10202025913551117_5075273174207999815_o

“Stiamo lavorando, con il Ministero dell’ambiente, nel campo delle energie verdi  – ha aggiunto Poletti – . Il nostro impegno è di stare connessi con le realtà locali, per favorire il percorso nel caso esista un’opportunità di investimento”.

Poletti, posando la prima pietra dello stabilimento Trentin a Pegognaga, ha ribadito l’importanza delle imprese. Per le quali sia il Governo sia la Commissione lavoro stanno cercando di intervenire: “Governo e Commissione lavoro – spiega Giovanna Martelli, componente di quest’ultima – si stanno impegnando su due piani: su quello della tutela dei lavoratori e su quello dell’offerta di lavoro, per sostenere e dare nuovo slancio alle imprese attraverso la semplificazione e tramite azioni sistemiche sulle politiche energetiche”.