Archive | aprile, 2015

La (dis)occupazione femminile? Ora tocca alle aziende: servono formazione e welfare per le lavoratrici

4 apr

L’ultima rilevazione Istat sull’occupazione vanta timidi segnali di ripresa ma la domanda da porsi è: per chi? Non per le donne, come emerge dagli indicatori che ci segnalano 42mila occupate in meno a febbraio rispetto a gennaio 2015 (leggi il post di Rita Querzè).

È vero che dalla crisi ancora non siamo usciti, come è vero che la fase più acuta è alle nostre spalle e gli elementi di stagnazione, scarsa crescita e mancata redistribuzione, permangono.

Viviamo un tempo di transizione dove la crisi, destrutturando l’identità, ha introdotto la precarietà in tutte gli aspetti del vivere quotidiano. L’approdo ad una crescita stabile e strutturale richiede la capacità di attrezzare le donne e gli uomini a vivere questa fase investendo nel loro capitale formativo. Di qui il richiamo ad una nuova economia che abbia come obiettivo la promozione del benessere umano e della crescita. Continue reading