Basta speculare sulle adozioni

18 gen
Corbis-42-30608623.600Oggi ho chiesto al Presidente Gentiloni che si attivi per ascoltare e tutelare le famiglie, molte mantovane, che sono state truffate nel desiderio di adottare un bambino. Qui di seguito l’interrogazione che è stata condivisa dal alcuni colleghi del gruppo parlamentare di Sinistra Italiana.
Interrogazione a risposta orale
Presidente del Consiglio dei Ministri
Paolo Gentiloni
La Onlus “Enzo B”, fondata da Stefano Bernardi e Cristina Nespoli a Torino, è sotto indagine della magistratura perchè accusata di aver truffato numerose famiglie che hanno scelto l’adozione Internazionale come opportunità per soddisfare consapevolmente il proprio desiderio di genitorialità.
Premesso che:
- dal 2011 più di cento famiglie si sono rivolte alla onlus torinese per poter adottare bambine e bambini senza aver alcun esito rispetto alla loro istanza;
- ogni pratica è costata da un minimo di 3750 a oltre 10mila euro senza ricevere, di fatto, nessun servizio e senza mai concludere la procedura di adozione;
- solo nel 2013 l’ente ha fatto sapere che l’Etiopia aveva negato la possibilità di adottare bambine e bambini, accettando comunque istanze da parte delle famiglie fino al 2015;
- il comitato spontaneo “Family for children” si è costituito, al fine di sollecitare le istituzioni, per raccogliere le storie delle famiglie che sono state truffate, subendo un danno morale ed economico;
- le famiglie denunciano un sistema paludoso, dove le famiglie che desiderano avere un figlio adottivo sono costrette ad affidarsi ad intermediari senza scrupoli svincolati da ogni controllo.
Tenuto conto che non hanno ricevuto nessuna risposta nonostante abbiano scritto una lettera aperta al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, abbiano chiesto spiegazioni alla Commissione per le Adozioni Internazionali e abbiano promosso varie interpellanze parlamentari.
Per tutto quanto sopra esposto si interroga il Presidente del Consiglio per conoscere:
- in che misura la Commissione per le Adozioni Internazionali ha vigilato sull’operato della “Enzo B.” Onlus;
- quali azioni si intende intraprendere a tutela e risarcimento delle famiglie coinvolte.
Firme
Martelli, Galli, Melilla, Fassina, Duranti, Ricciatti, Nicchi e Placido.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>