La tratta degli esseri umani è uno dei peggiori crimini dei nostri giorni

18 ott

tratta

Oggi nella giornata europea contro la tratta degli esseri umani Sinistra Italiana ha presentato un’importante mozione di cui sono prima firmataria per impegnare il governo ancora di più nella lotta a questo grave fenomeno di schiavitù che spesso coinvolge soprattutto le donne.

Più fondi contro tratta esseri umani, uno dei crimini peggiori Martelli: presentata mozione alla Camera Roma, 18 ott. (askanews) – In occasione delle giornata europea contro la tratta degli esseri umani SINISTRA ITALIANA ha presentato una mozione con la quale impegna il governo, tra l’altro, a garantire un finanziamento strutturale del sistema nazionale antitratta con un fondo di 35 milioni di euro. “La tratta degli esseri umani – dichiara la deputata di SINISTRA Italiana Giovanna Martelli, prima firmataria della mozione -. I dati ci dicono che è in aumento in molti paesi e che le reti criminali si sono modernizzate e adeguate ai meccanismi dei nuovi e massicci movimenti verso l’Europa. Uno sfruttamento che riguarda 21 milioni di persone in tutto il mondo e che utilizza più di 500 rotte. In Italia – continua la deputata della SINISTRA – il problema è particolarmente grave a causa di una combinazione di vari fattori, come la posizione geografica, il potere della criminalità organizzata locale e una persistente domanda di prestazioni sessuali”. “È urgente e necessario aumentare i fondi a disposizione, individuare azioni e politiche pubbliche di inclusione per tutelare i diritti e le pari opportunità delle persone che migrano. Bene le giornate commemorative – conclude Martelli – ma più importanti sono i fatti”.

La mozione si può leggere cliccando qui 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>