Tag Archives: Parlamento

No alla riforma della Costituzione: la mia dichiarazione di voto in aula

11 gen

I percorsi politici richiedono passaggi ampi e articolati che non si inscrivono mai nei cammini personali. La dimensione della scelta politica non risiede  in un contesto isolato ma si colloca in tempi e spazi che mutano e che risentono sempre di quanto accade fuori da noi e dalle nostre convinzioni, anche quelle più profonde.
Scegliere di cambiare la Costituzione in questo tempo ci chiede lo sforzo e la responsabilità di collocarci fuori da noi e dalle nostre convinzioni per aprirci ad una riflessione più ampia, vasta e ricca di contraddizioni, per stare nella modernità ed affrontare il cambiamento con una visione geopolitica e geoeconomica.
Nel tempo della transizione dove il “nuovo deve ancora venire” e si sta ricostruendo un nuovo ordine mondiale la riforma della Costituzione deve diventare un’opportunità vera per far progredire una visione di Stato, di Economia e di Società che tenendo conto della complessità e di questo nostro presente, sia capace di costruire una nuova egemonia non figlia della supremazia e dell’idea del primato, ma di un discorso collettivo dove la parola “noi” significhi riconoscimento e pratica di uguaglianza nella differenza.
La nostra Costituzione nasce dal coraggio e da un’idea di Paese e nei periodi più critici e complessi è stata un porto sicuro. Ed ė proprio di fronte ai grandi mutamenti del mondo che investono quotidianamente il nostro paese  che la riforma della Costituzione che stiamo per approvare oggi si colloca in un passato già superato e non porta con se alcuna visione di futuro.
Ė con questo senso e per questa storia che non voterò favorevolmente alla riforma della Costituzione.

Ddl Cirinnà e diritti: la mia intervista su Il Fatto Quotidiano

6 gen

Screenshot 2016-01-07 17.36.21

 

Intervista di Paola Zanca

Cliccare sull’immagine per ingrandirla